Campione d’Italia

Giannini-2Ottima performance di Giannini Maurizio al primo appuntamento nazionale dell’anno; l’atleta del Canoa Club Livorno ha conquistato il gradino più alto del podio ai Campionati Italiani di Maratona svoltisi a Torino.

L’atleta Labronico già inserito nelle Teste di Serie della Nazionale Italiana Canoa Kayak era dato tra i favoriti e ha confermato le aspettative dei tecnici Sardi Roberto e Mancini Gianluca, laureandosi Campione Italiano Juniores con il tempo di 1h39’57”.

Il percorso della gara, organizzata dalla Società Amici del Fiume, si è svolto lungo le acque del Po, nel tratto interno alla città di Torino alternando, come prevede il disciplinare della Maratona, tratti in acqua a brevi tratti a terra, costringendo così gli atleti ad attraccare ai pontili disposti lungo le rive del fiume per poi percorrere correndo il tratto che gli separa dal pontile successivo, ovviamente portandosi dietro la propria Canoa, per una distanza complessiva di 21,5 km.

Grande soddisfazione per l’ottimo risultato che premia il lavoro dei tecnici, con l’immancabile Sardi in prima linea, e che ha consentito al Canoa Club di classificarsi al 18° posto nella classifica societaria giovanile.

Giannini è reduce inoltre da un campionato Toscano di Canoa, dove due settimane prima aveva conquistato il titolo Regionale, seguito da Mancini che aveva conquistato l’oro nel fondo categoria Master A.

L’ottimo risultato di Giannini, spiega il presidente Alessandro Pagni si colloca in un’ottica di rilancio della Società, portata avanti dai tecnici e dai dirigenti, che puntano ora a ricostruire una squadra giovanile (a breve partiranno i primi corsi dedicati agli alunni delle scuole di Collesalvetti e di Stagno), ed a rilanciare le proprie strutture come centro di aggregazione per atleti ed amanti della Canoa e del Kayak.

Già oggi, a meno di un anno dal trasferimento ufficiale della Sede presso il circolo ACLI di Stagno ben tre atleti di interesse nazionale e provenienti da altri Gruppi sportivi hanno scelto il Canoa Club Livorno per i loro allenamenti a conferma che oltre alla posizione strategica lungo lo scolmatore, l’ambiente che che è stato ricreato è un ottima premessa per far crescere gli atleti e le giovani promesse di domani.

La classifica generale delle gare è consultabile nel sito della FICK ed agli indirizzi www.canoaclublivorno.it e www.amicidelfiume.it

 

Cena ex-canoisti

Immagine 1389

Sabato 6 febbraio 2010 il Club organizzerà una cena dedicata a tutti gli ex-canoisti.

Tutti sono invitati, famiglie comprese.

Vorremmo runire in una sola serata tutta l’Unione Canoisti.Fatevi avanti e passate dalla sede del Club per dare conferma.

Passate Parola!

 

Per qualsiasi informazione scrivete qui.

Il Corriere di Livorno

 

 

Il Corriere di Livorno ci ha dedicato un paio di splendidi articoli che vi riproponiamo qui  sotto.


corrierelivorno10gennaio

corrierelivorno

OTTIMO INIZIO PER GIANNINI

maurizio_gianniniOttimo inizio per il giovane atleta del Canoa Club Livorno, convocato in nazionale per il primo ritiro del 2010 svoltosi a Castelgandolfo dal 2 al 5 gennaio, che ora punta agli Europei Juniores che si svolgeranno a Mosca dal 29 luglio al 1 Agosto.

Maurizio Giannini, già reduce da un ottimo 2009, ha confermato le aspettative posizionandosi al 2° posto nella rosa di 20 atleti selezionati dalla FICK guadagnandosi così la nomina per il secondo ritiro collegiale previsto per il periodo pasquale, dal quale usciranno i 10 atleti che parteciperanno alle gare internazionali previste in calendario.

Come di consueto, gli atleti si sono confrontati in allenamenti in barca, ed a terra su corsa, sollevamento pesi e test al pagaiergometro; in particolare nei test in canoa Giannini ha confermato le i pronostici percorrendo i due percorsi da 2000m in di 9’04” e 9’07” che gli sono valsi la seconda posizione e aggiudicandosi la prima posizione nel test di corsa.

L’allenatore Sardi Roberto però esorta a non abbassare la guardia, anche se ammette che il risultato indubbiamente positivo è una buona conferma del lavoro svolto, ma ricorda che gli obiettivi sono ben altri.

Soddisfatto anche il direttore tecnico Mancini e tutto lo staff dirigenziale che puntano su atleti come Giannini per rilanciare la canoa livornese e le attività giovanili nella sede di stagno.

Dimostrazione Pubblicitaria

Locandina-1

Il 16 dicembre 2011 prossimo presso la sede del CCL un  azienda ci farà una piccola dimostrazione dei propri prodotti in cambio di un bel contributo in denaro per il Club.

Basta solo essere presenti. Dobbiamo essere almeno 30 coppie.

Per ringraziarvi troverete anche un piccolo rinfresco.

Invitate pure amici e parenti ma sopratutto non mancate!!!

Ritrovo intorno alle 20.30 presso la sede del Club a Stagno.

“Vivere lo scolmatore…in canoa”

Domenica 18 Ottobre si è svolta a Stagno la Prima Edizione della manifestazione sportiva “Vivere Lo Scolmatore”, organizzata dall’ A.S.D. Canoa Club Livorno, con il patrocinio del Comune di Collesalvetti e grazie al sostegno dagli sponsor Nencini Sport e Cerrai Pavimenti.

 

La manifestazione ha preso il via nella prima mattinata con una dimostrazione degli atleti del club che si sono cimentati in una piccola kermesse ad uso degli spettatori e, successivamente, ragazzi ed adulti hanno potuto provare direttamente in acqua le canoe messe a disposizione dal circolo, sotto la guida degli istruttori federali. Ai futuri atleti è poi stato distribuito un gadget ed un buono sconto offerto da Nencini Sport.

L’elevato numero di adesioni avute nonostante il tempo poco favorevole conferma le aspettative dei dirigenti del Club, che hanno puntato su Stagno per rilanciare l’associazione che si vuole proporre come un punto di riferimento per la canoa e il kayak lungo tutto il litorale livornese.

Il presidente del Club, Pierluigi Ottone, ha poi presentato al segretario del comitato Toscano della Federazione Canoa Kayak, Michele Baldeschi, e all’Assessore all’Ambiente del Comune di Collesalvetti, Riccardo Demi, intervenuti per l’occasione, i nuovi locali recentemente rimodernati, le aree verdi, lo scalo a mare e le opere che saranno realizzate che. unite alle strutture già gestite dal circolo e a disposizione dei soci come il campo da basket e quello da calcetto, contribuiscono a creare un ambiente unico ed importante.

Lo scopo della nostra associazione – continua il Segretario Alessando Pagni – è quello di creare un punto di aggregazione per chiunque voglia cimentarsi nello sport della canoa e del kayak, sia turistico che agonistico. Per questo segnaliamo con soddisfazione che siamo recentemente riusciti ad ingaggiare per la prossima stagione un volto storico della Canoa e dello Sport livornese, Roberto Sardi, che nella passata stagione, assieme a quattro atleti livornesi, si era tesserato per il club Partenopeo del Posillipo conquistando ben cinque titoli Italiani, due ottimi piazzamenti alla Coppa del Mondo svoltasi a Racice nella repubblica Ceca ai primi di maggio, nel K2 e nel K4 1000 m, ed un altrettanto ottima finale nel k2 1000m ai Campionati Europei di Poznam in Polonia, svoltisi a metà luglio.

Indubbiamente un ottimo risultato il cui merito, oltre agli atleti livornesi il cui nome è doveroso ricordare Samuel Pierotti, Fabio Murra, Ermes Bacci e Maurizio Giannini, ed al loro allenatore è da attribuire, come tiene a sottolineare lo stesso Sardi, “a quelle società che per ben un anno hanno dato ospitalità e supporto alla squadra quindi, indubbiamente, alla società del Posillipo che ci ha accolto, ma anche agli amici del canottaggio, ai Vigili del Fuoco Tomei, alla sezione nautica Antignano ed alla sezione nautica del Colline”.

Risultati importanti che, come sottolineato anche dal Direttore Tecnico Gianluca Mancini, “vorremmo conquistare domani con le nuove leve che oggi si iscrivono e partecipano con passione ai nostri corsi, che ricordiamo sono aperti a tutti dagli 8 anni in su, senza però trascurare la vocazione del club all’attività diportistica e amatoriale” estendendo quindi a tutti gli ex atleti e amanti di questo sport, l’invito ad iscriversi ed a partecipare a questa nuova realtà tutta in fase di costruzione.

Lo Staff

 

Articolo de “Il Tirreno”

Articolo de